Parliamo di noi…

Qualcuno dei nostri lettori ci chiede come mai, al
secondo numero della newsletter, abbiano
cambiato il logo della nostra testata… da
EuroCertosa a ParcoCertosa. Qualcun altro si
interroga sulla nostra didascalia istituzionale che
recita: “il gruppo di abitanti del quartiere che
vanta numerosi tentativi di imitazione”.
Cerchiamo tranquillamente di spiegare…
Circa tre anni fa, nell’ottica di risolvere quanto
prima i numerosi problemi del “nostro” nuovo
quartiere, alcuni abitanti decisero di dare vita ad
un comitato di quartiere. Si organizzarono le
elezioni per poter nominare i rappresentanti del
quartiere e fu impostato uno statuto associativo.
La scarsa partecipazione e il fatto che la
stragrande maggioranza dei rappresentati eletti
era riconducibile a un unico condominio, si
decise di rinviare la formale costituzione di un
comitato di quartiere… ma di avviare comunque
un’attività associativa su base squisitamente
volontaria. In effetti un ristretto nucleo di abitanti
del quartiere, tra i quali coloro che firmano questa
newsletter, iniziò ad occuparsi delle
problematiche del quartiere stesso: la sicurezza,
la viabilità, il teleriscaldamento, la “vivibilità” della
parte del parco aperto al pubblico e la
progressione dei lavori delle infrastrutture
previste (strada Eritrea – Bovisasca e
metrotamvia Bovisa – Certosa). Alcuni risultati
sono stati ottenuti. In primo luogo le controparti
(Sindaco, Servizi comunali, A2A, EuroMilano, i
vari Assessorati, Metropolitrana Milanese) hanno
di fatto riconosciuto la nostra rappresentanza
territoriale e apprezzato l’attività che veniva da
noi svolta. In secondo luogo sono arrivati anche
risultati concreti, tra i quali la consistente
riduzione delle tariffe AEM per il servizio di
teleriscaldamento al nostro quartiere..
Ma veniamo ai tempi più recenti.
Le elezioni incombono e qualcuno ha pensato
bene di usare il nostro comitato come trampolino
di lancio per le proprie ambizioni politiche. Detto
fatto: è stata convocata, a nome del Comitato
Euro Certosa, una riunione sul problema dello
stop dei lavori di realizzazione della strada
interquartiere Eritrea – Bovisasca, a cui hanno
partecipato anche i rappresentati del
coordinamento dei comitati antigronda. Si è visto
che le tesi sostenute nella riunione erano a senso
unico e sicuramente non rappresentavano gli
interessi del quartiere. Qualcuno ha poi
proceduto ai primi di maggio a registrare
ufficialmente il “Comitato EuroCertosa” e infine
ha convocato una sorta di elezioni per la nomina
dei futuri rappresentanti. Lo diciamo chiaramente:
tutto ciò non piace. Non ci piace che chi in
passato non si è impegnato si svegli ora e si agiti
per scopi politici. Non ci piace il metodo di usare
per fini propri il lavoro fatto da altri. Non ci
preoccupa che si formino altri gruppi nel
quartiere, anzi siamo favorevoli al pluralismo, ma
nella chiarezza dei fini e dei mezzi usati. Ecco
perché, come si usa dire “ci tiriamo fuori”:
Vogliamo evitare equivoci e strumentalizzazioni e
siamo convinti che lo spirito “di servizio” e
l’onestà intellettuale che ci muove sia un valore
che caratterizza le persone serie; per il resto,
come scrisse il Poeta: “…non ragioniam di lor,
ma guarda e passa” !!! Quello che sicuramente
non cambieremo è l’impegno per rendere
migliore “il vivere” nel quartiere e per creare una
rete di relazioni e di interessi comuni.

Lascia un commento

Archiviato in Dalla Newsletter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.