L’Associazione richiede il cambio dei cestini dei rifiuti nel Quartiere

Con una lettera inviata all’Assessore comunale al Verde e a AMSA l’Associazione è tornata sul tema dei nuovi cestini per il Quartiere. In tale lettera, tra l’altro, si scrive: “ (…) Parco Certosa APS (…) chiede che il nostro quartiere venga preso in considerazione per il collocamento dei nuovi cestini (800 già pronti per essere posizionati in luoghi da individuarsi) (…) dotati di un sistema che, con una croce sulla bocca del contenitore, li preservi dal rischio di diventare mini discariche condominiali e impedisca alle cornacchie l’estrazione delle frazioni organiche, con conseguente spargimento di rifiuti intorno ai cestini. La scrivente Associazione ritiene che sia necessario dare soluzione ai problemi sopra esposti, che hanno come immediata conseguenza la percezione diffusa di degrado e l’assenza di igiene ambientale nelle aree interessate, anche per lo stato di degrado avanzato in cui versano i contenitori che risultano arrugginiti specialmente alla base o mancanti di parti, soprattutto sommitali. Chiediamo, pertanto, un incremento dei contenitori attraverso, ad esempio, il ripristino delle dotazioni da palo luce e integrazione/sostituzione di quelli da terra, facendo presente che dal centro cittadino fino quasi a piazza Firenze lungo Corso Sempione sono già presenti contenitori più adeguati (ed esteticamente più gradevoli) con restringimento dell’apertura (per impedire l’immissione di sacchetti ingombranti e il prelievo da parte delle cornacchie). Peraltro lo stesso tipo di contenitori è stato collocato da molti mesi anche in aree molto più esterne (…), ad esempio, a Cascina Merlata”.

Pubblicità

1 Commento

Archiviato in Dalla Newsletter

Una risposta a “L’Associazione richiede il cambio dei cestini dei rifiuti nel Quartiere

  1. Tino

    Il problema è che al Sciur Sala non interessano le periferie visto che fino a Piazza Firenze però è arrivato e per confermare quello che dico basta anche vedere la linea del 12 che fino a Viale Monteceneri è con salite facilitate con rialzo massetto,sede binari curata al massimo possibile con interposizione di verde anch’esso curato,dopo Monteceneri invece inizia la Mac Mahon che probabilmente Lui chiama dei poveri e la sede tranviaria da terzo mondo con binari allo sbandamento tipo “si salvi chi può” e’ il biglietto da visita.E’ un Sindaco dei grandi appalti non per curare le periferie come la nostra che invece è in crescita anche culturalmente e non solo grazie alla nostra Associazione Parco Certosa e senz’altro verrà schiacciato alle prossime elezioni a meno che anche per i Sindaci gli sponsor fanno parte della Grande Economia,allora e’ meglio arrendersi come normali cittadini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.