Teleriscaldamento: ultime notizie!

A metà del mese di marzo, alcuni rappresentanti dell’Associazione Parco Certosa sono stati ricevuti presso gli uffici di A2A di Corso di Porta Vittoria.

In tale occasione, dopo aver ricordato gli accordi raggiunti con A2A Calore e Servizi nel gennaio 2009 a beneficio di tutti i condomini allora esistenti nel nostro Quartiere, siamo stati informati sul futuro del servizio di teleriscaldamento nel nostro Quartiere. L’attuale centrale termica “provvisoria” (struttura che si è dimostrata nel frattempo anche esposta ad atti di vandalismo) non è ulteriormente potenziabile (non ci sono gli spazi per poterlo fare) e non sono stati ancora stipulati accordi con EuroMilano ed EcoPolis per il riscaldamento dei nuovi edifici in costruzione nel nostro Quartiere (Borgo Porretta e Residenze Tiziana). Abbiamo quindi appreso che i lavori di costruzione della nuova centrale termica in zona Bovisa, previsti inizialmente per il 2004 – 2005 e rinviati successivamente al 2011 – 2012, non sono stati ancora avviati (e chissà se lo saranno mai) per problemi legati alla bonifica delle aree sulle quali tale insediamento era previsto. La “buona” notizia è che dovrebbero quanto prima iniziare i lavori di allacciamento della rete di teleriscaldamento del nostro Quartiere al termovalorizzatore “Silla 2”, situato nei pressi della località Figino. Tale impianto, come noto, produce energia da fonte rinnovabile – attualmente la ricava in prevalenza dai rifiuti – quindi le tariffe di fornitura concordate saranno gravate da un’aliquota IVA ridotta, pari al 10%. Il progetto di tale opera (che, partendo da un “nodo” del quartiere Gallaratese, attraversando la via Gallarate e costeggiando il Cimitero di Musocco, dovrebbe svilupparsi per una lunghezza di circa 2,5 km – costo previsto tra 2,5 e 3,2 milioni di Euro) dovrà superare alcune criticità legate alllo scavalcamento del fascio ferroviario e autostradale esistente. Per tale ragione, il completamento della struttura è previsto per l’estate del 2015. Resterà dunque ancora a lungo il graveproblema di impatto ambientale causato dalla presenza dell’attuale centrale termica (provvisoria, inquinante, rumorosa ed esposta al rischio di nuovi atti vandalici) localizzata lungo la nuova via De Pisis. E per altri anni, gli abitanti di via Carlo Perini che “guardano” la centrale dovranno continuare a sopportare fumi e rumori a pochi metri dalle proprie finestre. A precisa richiesta ci è stato risposto che un innalzamento del camino non è possibile per ragioni tecniche (difficile pensare di poter stabilizzare una struttura che dovrebbe superare l’altezza del decimo piano delle case). L’ipotesi di una delocalizzazione temporanea di tale centrale termica (provvisoria) non sembra del resto accettabile sotto il profilo economico. Sono previsti comunque a breve altri incontri in merito.

Lascia un commento

Archiviato in Dalla Newsletter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.